CHI SIAMO - Al Tranvai d'antan - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHI SIAMO

Il ristorante “Al Tranvai D’Antan” nasce nella bella casa di fine Ottocento che era la residenza estiva della famiglia Zaffrani, imprenditori che in quegli stessi anni costruirono il famoso Museo Egizio del Cairo.

Fino alla metà del Novecento i paesi della Valcuvia erano collegati da un simpatico tram che è rimasto vivo e popolare nella memoria locale. Di qui il nome del ristorante, che si trova nel nucleo storico di Casalzuigno, a pochi metri da Villa Della Porta Bozzolo, tornata agli antichi splendori grazie all’intervento del F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano).

Il ristorante, che comprende tre sale (e un giardino per l’estate), conserva l’impronta e l’atmosfera tipica di una casa privata - la nostra - con i suoi camini, i suoi mobili e i suoi libri. Il numero dei coperti è limitato volutamente a un massimo di 30, estensibile a 70 in occasioni particolari, o a 100 per i banchetti in giardino.

La cucina è moderna, molto curata, con particolare attenzione alla qualità delle materie prime e al corso delle stagioni. Tutte le paste fresche, ad esempio, sono fatte in casa, e le ricette sono della tradizione “gourmet” (dal francese “goloso”), ovvero contraddistinte da un approccio vario e gustoso, non fossilizzate su una specialità in particolare. Le “serate a tema” propongono eventi e piatti speciali. La carta dei vini è articolata esclusivamente su prodotti italiani, ma per chi lo desidera è possibile servire - a richiesta e con un minimo preavviso - vini di diversa origine. Inoltre sono sempre disponibili etichette con servizio di mescita al calice.

Chi si troverà in zona tra fine settembre e i primi giorni di ottobre si sentirà avvolto da un profumo inebriante… è la nostra Olea Fragrans, pianta d’antan che parla delle origini ottocentesche della casa.

Un ampio parcheggio è disponibile a pochi metri dal ristorante, ed è facile raggiungerci sia da Varese (20 min), sia da Milano (1 ora), sia da Lugano (25 min). Inoltre, a soli 8 km, si apre la meraviglia del Lago Maggiore, a Laveno.

Vi aspetto, Luca DANIELE

 
Torna ai contenuti | Torna al menu